Progetto Sette Stelle
Il Progetto Lu Capudanne di li Sett Stell La Notte di San Giovanni Arsita Contatti Login
IN EVIDENZA...
La Proloco di Arsita comunica che l'evento

SI TERRA'
SABATO 3 NOVEMBRE 2018

Prenota QUI la tua passeggiata!

in collaborazione con:
Comune di Arsita

Arsita

Arsita è posta a 470 metri s.l.m sulla china di un colle che quasi strapiomba sul Fino. Da ogni punto del paese si può osservare la superba catena montuosa dal Gran Sasso con il Corno Grande via via sino al Siella, Brancastello, Monte Camicia con le sue balconate e oltre.

Compreso nel territorio della Provincia di Teramo, dista dal Capoluogo 40 km e ne segna il confine meridionale, incuneato tra i territori alto-vestini e di Castel del Monte.

Il patromonio naturale del paese,compreso nel distretto di Valle Siciliana del Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, è caratterizzato da un ricchissimo ed immenso bosco di faggi ai piedi delle imponenti vette del Monte Coppe e del Tremoggia a quota circa 2350 metri s.l.m.

Il territorio presenta una ricca e varia flora spontanea con spettacolari dirupi, canaloni e grotte, anticamente usate come rifugio dai pastori, dai mulattieri e perfino dai briganti.

Questi luoghi della memoria comprendono anche le antiche carbonaie e le seorgenti di acque medicamentose come la Celebre Acquasanta o Sorgente di San Giovanni.

Dalle vette dei monti la vista spazia ed abbraccia l’intera regione offrendo all’attento osservatore una prospettiva infinita.


Veduta di Arsita



Cose da vedere

  • Il Castello di Bacucco (i ruderi), nella parte più alta del paese;

  • La Chiesa di Santa Vittoria;

  • La Chiesa di Santa Maria D'Aragona, con una Madonna con Bambino;

  • Il Mulino Di Francesco, lungo il "Sentiero dei mulini";

  • L'Inferno spaccato, una palestra di roccia attrezzata;

  • Il Museo del Lupo.


La Storia di Arsita

Il territorio di Arsita segnava nel periodo italico il confine tra il territorio dei Vestini e quello dei Petruzi; infatti lo stesso nome del Fiume Fino nella terminologia alto-medievale era indicato come “In Fluvio Fine” cioe “fiume” del confine.

Reperti archeologici ritrovati nel territorio di Arsita nel 1985 (tombe, corredi e monili vari) testimoniano la presenza umana in epoca pre-romana (c.ca. VII sec. a.c.).

Anticamente il nome di Arsita era Bacucco a partire dal XI secolo, tuttavia su alcuni documenti dell’epoca, accanto a Bacucco comincia a comparire anche il nome di Arsita. Fu così che nel1905 , il nome Arsita sostituisce definitivamente quello di Bacucco.

Sull’origine del nome ci sono varie ipotesi: Bacucco significherebbe “castelletto” o “insediamento di capanne di frasche”.
Secondo altre fonti il nome trarrebbe origine dalla venerazione del Dio Bacco.
Bacucco, in aramaico vuol dire “Stella del Padre” ; lo stesso significato ha conservato nel nome Arsita “Sidus Padris”.

Visita le Meraviglie del Nostro Territorio!
Le immagini che seguono, mostrano il nostro territorio in tutto il suo splendore.
Si ringrazia Severo Creati per la gentile concessione delle immagini.

Gole dell'Inferno Spaccato
Gole dell'Inferno Spaccato



Nevaio del Gravone
Nevaio del Gravone



Camosci sul Monte Coppe
Camosci sul Monte Coppe



Lupo Appenninico
Lupo Appenninico



Fiume Fino
Fiume Fino



Veduta del Fiume Fino
Veduta del Fiume Fino



Mulino di Francesco
Mulino di Francesco



© progettosettestelle.it - All Rights Reserved